Crescere senza CIUCCIO

|Inserito da

I bambini possono fare a meno del CIUCCIO

Ti sei mai chiesta perché hai comprato il ciuccio?

Quando tuo figlio piange, ha bisogno di essere consolato, inizia a mugugnare e lo fa perché ha necessità di comunicarti una difficoltà.

E di solito cosa si fa?

Invece di soddisfare il suo bisogno (svestirlo un pò se ha caldo, coprirlo sa ha freddo, allattarlo se ha fame, prenderlo in braccio e coccolarlo se c’è stato un rumore) ricorriamo al ciuccio… perché si è sempre fatto così.

I VIZI

Evitiamo di assecondare il suo bisogno in quel momento e gli mettiamo il ciuccio perché se lo prendi in braccio, se lo coccoli, se sei sempre lì ad accoglierlo e aiutarlo, lo vizi.

Il ciuccio in verità è usato così spesso perché di fatto interrompe il pianto del bambino e ci evita un sacco di grattacapi:
cos’ha? Come lo calmo? Perché non smette? Gli altri cosa penseranno?

La consolazione e le attenzioni possono anche essere fornite dal genitore accogliendo il bambino con le braccia, con le parole, con lo sguardo e soprattutto possiamo convincerci che quando piange non va consolato perché smetta, va capito.

E prima o poi, si sa, il ciuccio va lasciato… ed è difficile che il bambino smetta di usarlo subito da solo e senza conseguenze, perché pur non volendo ormai gli abbiamo creato un’abitudine.

Ecco 2 indicazioni:

1. SENZA CIUCCIO SI PUÒ

Puoi serenamente convincerti che si può crescere senza ciuccio, che da sola sarai in grado di accoglierlo, risolvere le sue difficoltà, soddisfare i suoi bisogni.

2. IL TERRENO

È importante prima creare un terreno per facilitare lo svezzamento perché se togli il ciuccio da una parte e dall’altra non fai tu quello che faceva questo pezzo di gomma, allora sì che tuo figlio si dispererà e lo rivorrà a tutti i costi.

E quindi:

  • guardalo di più negli occhi;

  • parlagli di più;

  • sii più dolce;

  • prendilo di più in braccio;

  • coccolalo di più;

  • accoglilo, gli chiedi che cosa c’è, lo tranquillizzi dicendogli che va tutto bene.

Se tuo figlio non sa ancora parlare, percepisce comunque i tuoi sentimenti.

Ti dimenticherai che il ciuccio era indispensabile e anche tuo figlio inizierà a sentirsi appagato dalla nuova qualità della relazione.

Inizierà a dimenticarsene e ti accorgerai che avrai imparato a sostituire il ciuccio.

Perché come MAMMA sei molto più di un semplice pezzo di gomma!


Bimbi Veri (542)

Roberta Cavallo aiuta i genitori a comprendere e a “leggere” i comportamenti dei figli in ogni fase di crescita ritrovando la sicurezza e la gioia di fare sempre le scelte giuste al momento giusto.

È la Consulente Genitoriale nel Programma TV “4 MAMME”, in onda su FoxLife.

Con i suoi 5 libri best seller è l’autrice più letta e seguita in Italia dai genitori negli ultimi anni, conquistando oltre 100.000 famiglie italiane e diverse classifiche di vendita, come quelle di Amazon e Ibs.

È stata intervistata da Uno Mattina, TG5, La Stampa, Sky Tg 25, Gioia, Repubblica, Starbene, Radio 24, Radio Deejay, Radio Rai 1, Vanity Fair, Huffington Post.


 

photo

Roberta Cavallo

Roberta Cavallo aiuta i genitori a comprendere e a “leggere” i comportamenti dei figli in ogni fase di crescita ritrovando la sicurezza e la gioia di fare sempre le scelte giuste al momento giusto. È la Consulente Genitoriale nel Programma TV “4 MAMME”, in onda su FoxLife. Con i suoi 5 libri best seller è l’autrice più letta e seguita in Italia dai genitori negli ultimi anni, conquistando oltre 100.000 famiglie italiane e diverse classifiche di vendita, come quelle di Amazon e Ibs. È stata intervistata da Uno Mattina, TG5, La Stampa, Sky Tg 25, Gioia, Repubblica, Starbene, Radio 24, Radio Deejay, Radio Rai 1, Vanity Fair, Huffington Post.

Hai letto questi?

In Alto