Blog

7 MODI per ottenere Rispetto e Fiducia

1280x500 RiospettoFIDUCIA

Pensiamo che i figli ci debbano rispettare per il semplice fatto che siamo i loro genitori.

Perché noi siamo gli adulti, perché ci siamo passati prima di loro e abbiamo già vissuto queste cose.

Ci devono rispettare e si devono fidare di noi perché noi parliamo ed è legge quello che diciamo.

In verità la fiducia non è uno stato di diritto, ma è un qualcosa che il genitore si deve conquistare.

LA FIDUCIA IN 7 MOSSE

1- RISPETTA I BISOGNI DI CRESCITA DI TUO FIGLIO

Anche a costo di andare contro alla tradizione e alla cultura del nostro paese, rispettare i bisogni vuol dire che, se un bambino ha la necessità per natura di dormire con mamma e papà per i primi tempi o i primi anni di vita, bisogna farlo, anche se ci hanno sempre insegnato che così LO VIZI.

Se i bambini hanno bisogno di accoglimento, di contatto fisico, vanno presi in braccio, stretti, avvolti dalle nostre braccia, anche a costo di “viziarli” (tra l’altro i vizi non esistono).

I NO vanno detti, ma con empatia e amore.

È necessario dimenticarsi che fino allaltro ieri ci hanno insegnato che

“ci vuole polso! Devi essere duro. Deve capire, deve smetterla. Lascialo piangere…”

Prima ti liberi da questi “credo” e prima tuo figlio imparerà, anzi apprezzerà e si fiderà sempre di più di te.

2- NON ARRABBIARTI, QUALSIASI COSA LUI FACCIA

Cerca di capire, diventa una roccia, impara a gestire le tue emozioni (senza finire nella repressione), resta neutrale.

Solo così qualsiasi situazione di difficoltà succeda, tuo figlio sa di potersi fidare di te.

Perché tu sei una persona equilibrata, sai rimanere calma anche quando lui fa qualcosa non apposta o sbaglia (allinizio sicuramente cercherà di provocarti, di farti dei dispetti perché arrabbiato con te), ti sai mettere a disposizione per aiutarlo a superare una difficoltà.

Questo sicuramente “ti darà tantissimi punti” 😉

3- NON GIUDICARE

Non umiliare tuo figlio con punizioni e sgridate, con i paragoni perché credi che sia più opportuno un altro atteggiamento, che dica cose diverse, che sia un bambino diverso e che faccia proprio come quello con cui lo paragoni, magari un compagno, uno che passa per strada, un fratello…

È perfetto così com’è!

 

4- LASCIA CHE SPERIMENTI LE SUE IDEE
… che faccia, che provi e che impari attraverso la pratica.

E se facendo per caso sbaglia, inciampa, si rompe qualcosa, gli puoi dare la possibilità di rimediare, invece di accusarlo, punirlo e sgridarlo.

“AH capperi! È successo un guaio! Come puoi rimediare?”

L’unico vero antidoto all’errore, lo sai anche tu, non è la sgridata, non è la punizione, ma è semplicemente dare, a bambini e ragazzi, la possibilità di rimediare per imparare dall’errore.

5- ASCOLTALO

Ascolta le sue motivazioni, quello che prova, sempre, senza giudicarlo, senza sminuirlo, con disponibilità ad accogliere i suoi sentimenti e le sue emozioni, a credere in quello che sta provando, senza dirgli che è sbagliato, senza dirgli che deve essere coraggioso, che non deve fare così  e che non deve piangere.

Abituati ad accogliere le emozioni, qualsiasi esse siano.

6- NON TRASFORMARTI NEL SUO ZERBINO

Come adulto e genitore sai dire di NO quando è ora e soprattutto sai farlo nel modo corretto, rispettando i bisogni di tuo figlio.

Il NO è fermo e non diventa Sì (altrimenti sei incoerente). Ma è un NO dolce e allo stesso tempo empatico, disponibile.

Tu sei disponibile ad aiutare e a spiegargli il perché, a parlare con lui e sei disponibile ad accogliere eventualmente la sua frustrazione.

È normale che un bambino o un ragazzo possano non accettare il tuo No o avere delle resistenze se proprio la volevano fare quella cosa particolare.

Chiediti se il No che stai per dire serve e, se poi lo dici, sostienilo e accogli tuo figlio con amore.

7- SFODERA LA FIDUCIA IN TE STESSO
Questo punto suggella gli altri.

Se credi in te, in quello che pensi, credi in quello che provi, ti accogli e non ti giudichi, dai tu un ottimo esempio che anche lui potrà adottare da subito.

 


Bimbi Veri (542)

Roberta Cavallo aiuta i genitori a comprendere e a “leggere” i comportamenti dei figli in ogni fase di crescita ritrovando la sicurezza e la gioia di fare sempre le scelte giuste al momento giusto.

È la Consulente Genitoriale nel Programma TV “4 MAMME”, in onda su FoxLife.

Con i suoi 5 libri best seller è l’autrice più letta e seguita in Italia dai genitori negli ultimi anni, conquistando oltre 100.000 famiglie italiane e diverse classifiche di vendita, come quelle di Amazon e Ibs.

È stata intervistata da Uno Mattina, TG5, La Stampa, Sky Tg 25, Gioia, Repubblica, Starbene, Radio 24, Radio Deejay, Radio Rai 1, Vanity Fair, Huffington Post.