Blog

Le 5 cause che ti fanno sentire un genitore insicuro (la prima da piccolo ti umiliava)

Le 5 cause che ti fanno sentire un genitore insicuro

Quali sono i “sintomi” che ti fanno capire che non hai abbastanza fiducia in te stesso?

Quali fattori hanno “demolito” la sicurezza e l’autostima che avevi da piccolo

Oggi quali sono le conseguenze nella relazione con tuo figlio se ti senti un genitore insicuro e inadeguato?

Ti scriviamo la soluzione a questi tre dilemmi per aiutarti a fare un passo in più verso lo stato di Genitore Stra-Felice.

Scopri se non hai abbastanza fiducia in te stesso

Vediamo di riassumere, in linea generale, i “sintomi” del genitore insicuro e con bassa autostima di sé: 

  • tendi a giudicarti, bacchettarti, lagnarti, paragonarti

  • sei molto duro con te stesso, fai di tutto per metterti sempre in riga e quando sei stanco, quando avresti bisogno di staccare o di divertirti, dici che non è il momento e che ci penserai poi

  • a volte potresti essere con te stesso troppo lassista: ti lasci andare, non reagisci, non trovi nuove strade e nuove soluzioni per toglierti dalle difficoltà

  • secondo il tuo parere ci sono altri che sono sempre più fortunati o più bravi o più capaci o migliori di te

  • potresti notare di prenderti poca cura di te e dei tuoi spazi: dall’igiene del corpo a quello della casa, dalla cura per l’estetica della tua persona a quella per la tua casa (e qui non è una questione di tempo che non hai o di troppo tempo che ci vorrebbe…)

  • può essere che tu dia molta importanza all’esterno e non all’interno: diventa molto più importante quello che pensano gli altri rispetto a quello che senti tu andare bene per te stesso.

Quali cause hanno abbassato la tua autostima?

Dato che l’autostima non è un qualcosa che si costruisce da zero ma qualcosa che è già nostro a pieno diritto fin dall’inizio, quando l’abbiamo persa?

In verità non c’è una data precisa, o un evento particolare.

Si tratta di tanti aspetti che riguardano la relazione tra noi bambini e gli adulti che nel tempo, poco alla volta, giorno dopo giorno hanno generato il risultato, ovvero la disistima di noi stessi.

Vediamone alcuni:

CAUSA 1: PARAGONI

Ti paragonavano ai tuoi fratelli o sorelle o ai tuoi compagni di scuola, cugini, vicini di casa, figli di amici, ecc. (senza sapere ahimè che i paragoni umiliano e sviliscono)

CAUSA 2: RICATTI E MANIPOLAZIONI

Pur di ottenere quello che volevano, tendevano senza rendersene conto a manipolarci e utilizzare ricatti:

se finisci tutto quello che hai nel piatto puoi mangiare il gelato”, “solo se fai il bravo e mi aiuti ti lascio andare a giocare in cortile”, “solo se finisci i compiti guardi i cartoni”.

CAUSA 3: SENSO DI COLPA

Ti facevano sentire involontariamente in colpa quando ti accusavano di aver fatto male a un amichetto o a tuo fratello o a tua sorella (non sapevano di dover accogliere prima di tutto le tue emozioni e che se qualcosa era accaduto avevi i tuoi buoni motivi).

Quando ti chiedevano di salutare o baciare qualcuno e tu non ne avevi nessuna intenzione, quando ti chiedevano di fare il bravo e tu non sapevi bene cosa volesse dire, volevi essere te stesso e quando ci provavi ti accorgevi che non sempre a mamma e papà piaceva e questo ti faceva sentire a disagio, dispiaciuto, sbagliato.

CAUSA 4: LASCIAMI STARE UN ATTIMO!

Quando ti dicevano “adesso non ho tempo“, “adesso non posso“, “lasciami stare un attimo“, “poi vediamo, adesso non è il momento“, “no, non si può! Punto e basta!“.

E mentre lo dicevano vedevi che si irritavano, si arrabbiavano, sbuffavano o giravano gli occhi al cielo, era come se li stessi disturbando, come se fossi un peso.

CAUSA 5: DISISTIMA DEI GENITORI

Quando i tuoi stessi genitori forse si disistimavano profondamente e anche tu hai assorbito e imitato involontariamente le loro ferite o i loro vuoti (ovviamente loro non hanno colpa perché a loro volta sono cresciuti con genitori con bassa autostima).

Le 3 conseguenze nella relazione con tuo figlio se ti senti sfiduciato

Se tu per primo hai difficoltà a stimarti, con tutto quello che comporta, è praticamente automatico che tu lo faccia anche con tuo figlio. Magari in forma diversa, ma che comunque tu abbia anche con lui lo stesso atteggiamento di fondo.

Senza considerare il fatto che, poiché i bambini assorbono le abitudini e il modo di essere dei genitori, se in te alberga la disistima, può essere che anche tuo figlio adotterà questo modo di percepire se stesso, per assorbimento osmotico.

C’è poi una prima grande conseguenza di fondo: tuo figlio si sentirà poco amato e poco accettato (“se non mi amano e non mi accettano loro che sono i miei pilastri, i miei punti di riferimento, le mie guide, quelli che ne sanno più di me, vuol dire che qualcosa di vero c’è di sicuro…”).

Di conseguenza, cresce e diventa adulto convincendosi di questa storiella, considerando verità quello che è, invece, un errore mastodontico.

Le conseguenze per lui sono le stesse che valgono oggi e che valevano in passato anche per te. Per quanto riguarda poi la relazione in sé, è probabile che:

  • tra genitore e figlio si inneschino più facilmente lotte di potere, che si abbia difficoltà a comunicare e a farlo sul piano del cuore.

  • il bambino, se non si sente accettato per quello che è, se fa fatica a manifestare le sue istanze e le sue volontà perché spesso ha la sensazione che vengano negate o giudicate, ha difficoltà a stimare gli adulti di riferimento, a sentirsi al sicuro e creare sintonia, fiducia e rispetto.

  • a discapito della sua natura, diventa poco collaborativo, non parla con facilità di quello che prova e di quello che pensa. Da un lato sembra chiudersi in se stesso e dall’altro sembra diventare a volte sempre più richiedente, nel disperato tentativo di “recuperare”, di farsi accettare e amare per quello che è.


Bimbi Veri (542)

Roberta Cavallo aiuta i genitori a comprendere e a “leggere” i comportamenti dei figli in ogni fase di crescita ritrovando la sicurezza e la gioia di fare sempre le scelte giuste al momento giusto.

E’ la Consulente Genitoriale nel Programma TV “4 MAMME”, in onda su FoxLife.

Con i suoi 5 libri best seller è l’autrice più letta e seguita in Italia dai genitori negli ultimi anni, conquistando oltre 100.000 famiglie italiane e diverse classifiche di vendita, come quelle di Amazon e Ibs.

E’ stata intervistata da Uno Mattina, TG5, La Stampa, Sky Tg 25, Gioia, Repubblica, Starbene, Radio 24, Radio Deejay, Radio Rai 1, Vanity Fair, Huffington Post.